Ecommerce, dipartimento dedicato. Per eCommerce di alto livello.

ecommerceCreare un ecommerce di successo non è semplice. Per essere competitivi su web bisogna che la navigazione sia studiata in profondità, e che metta l’utente in condizione di trovare facilmente i prodotti che è intenzionato ad acquistare. Per fare questo ecommerce.fe-el.com, studia una user experience positive basate su test. Mette diversi utenti di diversa natura e cultura sempre in target con i potenziali acquirenti, a navigare il prototipo del sito e analizza i risultati. Questo serve a creare una navigazione efficace e funzionale.

eCommerce.fe-el.com è un dipartimento di Fe-el digital agency studiato strategicamente per far fronte alle forti richieste di ecommerce, mettendo a disposizione del cliente figure professionali verticali, in grado di soddisfare le esigenze che il settore necessita al fine di restituire una alto ROI.

eCommerce Fe-el Digital Agency studia l’ecommerce sia dal punto di vista funzionale che creativo, ponendo grande attenzione alla comunicazione del brand e alla scelta delle immagini e dei contenuti. Un ecommerce di successo non può non tener conto della creatività, che non deve essere fine a se stessa, ma deve essere al servizio del cliente mettendo in evidenza i prodotti e le loro caratteristiche più importanti. Un utente deve attraverso la scheda prodotto deve vederlo, toccarlo, sentirlo proprio, e capirne le caratteristiche.
Un buon ecommerce deve offrire sempre un’immagine positiva dei prodotti che vende, creando una user experience all’altezza del brand. Creatività e navigazione devono quindi lavorare all’unisono per garantire acquisti e riaquisti. L’offerta deve essere accompagnata da suggerimenti, un prodotto deve sempre avere dei prodotti correlati, dare spunto al cliente per acquisti multipli.

La scontistica e coupon possono garantire un ritorno all’acquisto di un utente che non compra da tempo, ma possono generare anche la registrazione di nuovi clienti. Non vanno mai sottovalutate e devono essere usate strategicamente in funzione del magazzino e della strategia aziendale.

La piattaforma software è importante perchè deve consentire di poter far fronte a molte custumizzazioni in funzione dei prodotti venduti, del targhet di riferimento, della navigazione, e dei filtri di ricerca e della sicurezza. I server devono essere configurati a regola d’arte possibilmente utilizzando reverse proxy per incrementare le performance.

eCommerce Fe-el Digital Agency crea inoltre ecommerce responsive design, cioè in grado di essere visibili da diversi device, con differenti user exeperience. Il numero di utenti che acquistano da tablet e smartphone è in aumento ed un ecommerce di livello deve essere in grado di vendere da ogni dispositivo. In particolare i tablet considerati strumenti di navigazione da divano, registrano buone percentuale per quanto concerne gli acquisti online.

Un ecommerce per vendere non può fare a meno di essere semplicemente trovato dai motori di ricerca, attraverso campagne sem e seo.

eCommerce Fe-el Digital Agency posiziona sui motori di ricerca i propri ecommerce in maniera strategica, attraverso soluzioni innovative e dai riultati efficaci, ottimizzando il codice html, i contenuti e facendo link building di qualità. Infatti per posizionare bene un sito o un ecommerce una digital agency deve avere strumenti avanzati per creare link esterni al sito in modo da indicare ai motori di ricerca la bontà del sito.

Comparto eCommerce, riusciranno le piccole imprese a competere?

italia ecommerce smallRiusciranno piccoli imprenditori e aziende a cogliere l’opportunità del momento, conquistarsi notorietà e una fetta di mercato abbastanza consistente da poter competere e crescere?

Riusciranno le imprese ad affiancarsi ad un partner che sappia guidarle negli investimenti?

I recenti dati del settore digital in italia mettono in evidenza che siamo all’inizio di una nuova fase. I nuovi compratori stanno aumentando notevolmente, e le imprese stanno iniziando ad affrontare il tema dell’ internazionalizzazione. Nella storia italiana l’ ecommerce ha avuto diverse fasi, inizialmente si sono affacciate a questo mercato solo quelle società di servizi che sviluppano la maggior parte del proprio business attraverso un sito web ed Internet (pure player) rivolgendosi ad un consumatore tecnologico, poi si sono affermati i modelli multicanale o Click & Mortar dove il consumatore poteva acquistare sia attraverso la distribuzione tradizionale che digitale.

Nel luglio 2012 l’osservatorio Netcomm/Human Highway ha messo in risalto un incremento di quasi 3 milioni di nuovi acquirenti online.
La crisi sicuramente ha contribuito a questo fenomeno rompendo di indugi e spingendo i consumatori a fare un balzo del 30% negli acquisti online, grazie anche a forti sconti dovuti alla forte riduzione dei costi di gestione.
L’ ecommerce italiano rimane comunque molto arretrato rispetto a tutti gli altri paesi occidentali. Solo il 15% degli italiani fanno acquisti online, e sono molteplici i freni inibitori, la scarsa cultura tecnologica, il ritardo della scuola, la pessima diffusione della banda larga, il ritardo dell’ offerta sono solo alcuni dei motivi principali.

L’ ecommerce B2c è un terreno molto competitivo, e lo diventerà sempre di più, con l’ aumentare della maturità del mercato. I costi per acquisire clienti saranno sempre maggiori e la screscità sarà condizionata dalla capacità di investimento. Purtroppo le dimensioni conteranno sempre in maniera più incisiva, più che altro per il potere di negoziazione nei confronti dei fornitori che poi determina la capacità di essere competitivi in termini di prezzo mantenendo margini di guardagno ragionevoli.
Riusciranno piccoli imprenditori e aziende a cogliere l’opportunità del momento, conquistarsi notorietà e una fetta di mercato abbastanza consistente da poter competere e crescere? Riusciranno le imprese ad affiancarsi ad un partner che sappia guidarle negli investimenti?